Grandi novità per le nuove slot machines

novità slot machine

L’avvento delle Awp anche all’interno dei siti italiani legali di casino è quasi sempre argomentazione “abbastanza scottante”: porterà innovazione tecnologica, ma anche pratica e quello che è indubbio porterà confusione, preoccupazione e tensione tra gli operatori… che di tensione ne subiscono già abbastanza ed avrebbero, invece, bisogno di serenità e di poter lavorare con una certa tranquillità che latita da parecchio tempo. La ristrutturazione del gioco porterà inevitabilmente anche al cambio del “parco macchine”, alla diminuzione sul territorio delle apparecchiature per intrattenimento, ed al cambiamento di parecchie dinamiche che sino a qui hanno “tenuto banco”: l’innovazione cambierà davvero tanto la “vita lavorativa” (ed anche finanziaria) della filiera… bisognerà farsene una ragione se non si vorrà lottare contro la nuova Legge di Stabilità 2016.

As.Tro, associazione che da sempre tutela “gli imprenditori ludici”, continua a vagliare le norme discendenti dalla nuova Legge cercando di “spulciare” le cose negative che possono influire sulle varie attività. Innanzitutto, ha proceduto al controllo ed alla approvazione del progetto tecnico Awp da remoto redatto da Sistema Gioco Italia, progetto che rappresenta l’unica soluzione che potrebbe far mantenere l’uso della moneta metallica nell’ambito delle “famigerate macchinette” ed anche continuare a mantenere i ruoli industriali del produttore e del gestore così importanti per lo svolgersi delle attività del mondo del gioco d’azzardo lecito: produttori e gestori non devono assolutamente sparire.

Tutti gli addetti ai lavori del gioco e dei casino online sanno che As.Tro, come associazione, si erge sempre ed a “spada tratta” per tutelare i suoi iscritti e così sta facendo anche relativamente alle linee politiche relative alla prossima circolare che verrà emessa dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli relativamente al superamento della fase straordinaria. introdotta con la prima determinazione amministrativa, attraverso la diversificazione appunto delle linee politiche relativamente al contenuto che questa attuale circolare metterà in essere.

Tante nuove norme, tante comunicazioni, tanti adempimenti si sono presentati al cospetto degli operatori ed a chi li tutela “coraggiosamente” per affrontare i cambiamenti che sono stati man mano sottoposti alla filiera. Onestamente, a volte non si sa più “a che santo votarsi” per farvi fronte e, sopratutto, per dimostrare con quanta solerzia tutto il settore ludico si vuole “mettere a disposizione” dell’Esecutivo e tenta di intavolare con lo stesso un rapporto “scorrevole” che sino ad ora è stato osteggiato da più parti e che non ha consentito vicendevolmente di “comprendersi” e di ottenere come obbiettivo finale “il benessere di tutti”. Si spera che tra poco tutto questo “passato” sia mandato in “archivio” e che si profili un “futuro” più globale, più corretto, più sereno.

A seguito di tutti gli adempimenti svolti anche dal casino online legale, quindi, che vengono richiesti al “gioco”, l’Associazione si è orientata alla costituzione di un polo industriale che verrà denominato “Polo As.Tro Imprese” che sarà caratterizzato dall’insieme dei fondamentali aggregati delle singole aziende: si parla di circa 80mila apparecchi Awp di proprietà oggetto di gestione, rete retail complessivamente di 26.080 punti vendita, Preu raccolto e riversato su base annua di oltre il miliardo di euro… cifre sinceramente importanti che dovrebbero anche far riflettere sul volume di affari che il mondo del gioco d’azzardo può generare.

Il compito di As.Tro Imprese è quello di “moltiplicare” le capacità economiche e finanziarie delle singole aziende oltre quello di salvaguardare e valorizzare asset e know how: sopratutto lo scopo sarà quello di rendere evidente una realtà industriale ben presente e distribuita sul territorio.

I commenti sono chiusi.